Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

A Mia Mamma, Andrea e Lucrezia

Cliccando sul titolo si apre il link della Poesia





A mio Suocero

2 commenti:

  1. Come puoi capire l'ho trovata la pagina.. quel tastino non lo vedevo proprio! Merita di essere premuto per trovare questi versi così colmi di nostalgia e di dolci pensieri verso chi non è più.. tua madre, per cui i versi palpitano d'amore, la nonna ( credo la protagonista fiera di "Sento ancora la tua voce") e Andrea, non so chi sia, e tutte le altre poesie che fanno parte di questa pagina, sono fatte di versi così umani e così poetici, scritti con il cuore e quindi molto comprensibili e condivisibili. Quando si scrive con la metrica del cuore è difficile non farsi capire da chi ci legge. Il tuo è un animo colmo di sensibilità, una sensibilità così difficile da trovare attualmente. Grazie per avermi fatto leggere anche questi versi. Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo sempre gradito apprezzamento per ciò che scrivo. Allora ti spiego: "Mamma", "Ma tu ora sei", "Eri", "Ricordare" e "La Tua voce" sono scritte per la mia Mamma. "Lucrezia" era mia suocera, "Ad Andrea" e "Sento ancora la Tua voce" sono per mio suocero...Andrea appunto; ad entrambi ho voluto (anzi ancora voglio) bene come genitori. Ciao Paola...spero tu abbia trascorso un rigenerante fine settimana in campagna.

      Elimina