Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

14/07/17

CONGRATULAZIONI DOTTORE





Ti guardo Luca e penso ad un bimbo con un sorriso radioso,
uno sguardo di chi "te la sta facendo sotto il naso". 
Ti guardo e penso a quel bimbo che doveva "spaccare i fanali 
delle sue macchinine", perché gli sembravano più fighe! 
Ti guardo e penso a lui che intento compone un puzzle o crea 
con i mattoncini della lego. 
Ti guardo e nei tuoi occhi vedo ancora lui! Lui che è diventato…
prima un ragazzo e ora un uomo; che ha saputo programmarsi 
il futuro, che ora è diventato il suo presente. 
Un presente di cui potrà essere orgoglioso…
un presente che ci rende fieri di lui; 
un presente che sarà il passato di un futuro ancor più radioso 
e che ci renderà sempre più orgogliosi di lui…
e che lui per primo, dovrà esserne fiero. 
Quel bimbo, quest’uomo, ha raggiunto un traguardo che non è 
un punto di arrivo, ma di partenza. Già, la linea di partenza per 
traguardi altrettanto esilaranti e meritevoli d’ammirazione. 
Grazie Luca, per questa meravigliosa soddisfazione che ti sei 
dato e che ci hai regalato; sappiamo anche che non vorrai 
fermarti e al tuo fianco continueremo ad accompagnarti, 
incoraggiarti e sostenerti, sempre!....Come abbiamo fatto con 
quel bimbo che costruiva con i mattoncini lego, componeva 
puzzle e rompeva i fanalini delle sue macchinine…. 

Ti vogliamo bene...Congratulazioni…Dottore... 



20/05/17

ESPLOSIONE D'UNA STELLA



Esplosione d'una stella

Un frastuono assordante
Rombo che logora
Dilania il pensiero
Sconquassa la mente
Ed è esplosione...
Esplosione d'una stella 
Ti scaglia nell'infinito
E in solitudine rimbalzi
In un immenso senza lati
In un antro senza angoli
Ed è esplosione...
Esplosione d'una stella
Frantuma il tuo viso
In miriadi di lucenti schegge
Che trafiggono gl'occhi
E accecano i sentimenti
Scompari per sempre 
...E resta il niente.

Pino Palumbo 


18 maggio 2016

04/05/17

ECCOMI, ECCOTI...


Eccomi, eccoti...

Eccomi,
Sto pensandoti...
E puntuale arrivi nei miei pensieri.
Non puoi mancare oggi
E puntualmente riappari,
Proprio in questo giorno,
Lo stesso che allora...Lui ha deciso...
E scompari.

Eccomi,
Sto aspettandoti...
E puntali arrivano le mie lacrime.
La tristezza è forte,
La resa quasi scontata,
Ma della tua vita è vivida,
La forza del tuo dolce...amorevole sorriso...
E riappari.

Fugace,
Come il brillio d'una lucciola
Imprevedibile,
Come un brivido sulla pelle
Impercettibile,
Come il battito delle ciglia
Silente
Come il volteggìo d'un fiocco di neve.

Eccoti,
Sei ancora nei miei pensieri...
Ma la mia mente, la tua voce non sente.
Ricordo però il tuo viso
Ed una lacrima...lentamente sul mio...
Silenziosamente scende.


A mia mamma che ventidue anni fa ....

Pino Palumbo 
4 maggio 2016




19/04/17

PENSIERO DI TE




Pensiero di te


Pungente
l'ago di luce
l'aria perfora. 
Tu diamante
e il riverbero platino 
di te il pensiero.
Aurora d'oro
dei tuoi occhi 
il sorriso,
tramonto d'arancio
del tuo viso
il malizioso sguardo


Pino Palumbo
22 giugno 2016



07/04/17

PER TE SCEGLIEREI


   Foto di Pino Palumbo 


Per te sceglierei

Tra i mille fiori d'un campo
Saprei quale cogliere
Tra milioni di stelle
Saprei quale ammirare
Tra il sole e la luna
D'entrambi comporrei
Tra il tuo profumo e un elisir d'Oriente 
È del tuo che m'inebrierei
Tra i tuoi occhi e il mare
È nel tuo sguardo che affogherei. 
Tra la vita e la morte
... per te sceglierei. 



Pino Palumbo

29 gennaio 2016.                                                                                            




19/03/17

BUON COMPLEANNO... A ME

Oggi, 19 marzo, è il mio compleanno e voglio scrivere di me. Ho scritto di tante cose e molto per tanti... e ho scritto anche di me una volta. Oggi voglio dedicarmi quella poesia. Un "autoritratto ", come spesso fanno i pittori. Anche quando scrivo in seconda persona in realtà parlo di me... quindi questa poesia è solo ed esclusivamente per me.



A me...

A te
Che vivi di emozioni,
Sentimenti e illusioni.

A te
Che basta un battito di ciglia
Un lieve sospiro o bisbiglio.
Un'aurora sul mare
O un tramontar del sole.
Una dolce musica
E lo sbocciare d'un fiore.

A te
Che affoghi in uno sguardo
Ti emozioni per un sogno.
Ti rattristi per una lacrima
E vaghi nel tuo mondo.
Che scrivi in poesia
E ricerchi l'armonia.

A te
Che ti uccidi di nostalgia
Ti ubriachi di malinconia.
Ti entusiasmi come un bimbo
Ti commuovi ad un suo pianto.
Galleggi tra realtà e limbo
E vivi di rimpianto.

A me
Che vivo di emozioni
Sentimenti e illusioni
Che scrivo in poesia
E ricerco l'armonia.
Che vago in un sorriso
E volo nella fantasia.

A me
Che sorvolo l'irreale
... e sfioro la follia ...




Pino Palumbo
22 Gennaio 2014


11/03/17

E POI CI SONO IO

E poi ci sono io

C'è chi si scalda la vita
in un cucchiaino,
chi l'annusa 
in un polline bianco
e chi la disseta 
in un'acqua ambrata.

C'è chi si trafigge la vita
con un ago beffardo,
chi l'asfissia 
con una polvere bianca
e chi l'annega in un mare inquinato 
d'un bicchiere di malinconia.

C'è chi s'avvolge la vita
in un sacchetto di nylon...
e non per conservarla,
chi la disperde...
tra le vie d'una città indifferente
e chi al soffitto d'una stanza l'appende.

C'è chi la getta in un cassonetto
ch'è solo all'inizio!....
chi la "libera" in un volo azzurro 
e la lascia cadere...
su un marciapiede, da un tetto
o in un fiume, da un ponte.

C'è chi s'assorda la vita
nel caos del mondo 
o di una discoteca...è uguale...
e chi con lo sparo d'una pistola
tra le urla silenziose
di un'intima pazzia.

C'è chi si scalda la vita
al calore di un abbraccio
o a quello di un sorriso, 
chi al tepore di uno sguardo intenso 
o per un pensiero improvviso
e chi per l'ardore di un tenero bacio
...o d'un amore immenso.

...e poi...ci sono io...


Pino Palumbo 
9 febbraio 2017